Forever Mats, musica a tutta solidarietà

NEWS

SABATO 27 OTTOBRE DALLE 20.00 UN PANINO, UNA BIRRA E POI…

LIVE MUSIC al PUBLIC HOUSE

VIA PIEMONTE 74 – UDINE

20181027 Un panino una birra e poi

 


GALLERIA LOCANDINE

 

 


Uomini e note
La storia dei Mats è fatta di vicende umane, prima che musicali: amicizie, incontri, comuni passioni, voglia di fare e di stare insieme.

La Nascita
La nascita del gruppo avviene con il nome di “MatUSA“, risale al 1996 e si deve all’incontro quotidiano di due vecchi amici all’uscita dalla scuola delle figlie. Tra un discorso e l’altro Giustino Marangone e Roberto Moretti scoprono la comune passione per la musica e decidono di incontrarsi per suonare le canzoni della loro gioventù.
L’entusiasmo è contagioso ed anche Marco Zoratti, un amico di vecchia data di Roberto, decide di unirsi ai due. Il trio si esibisce solo per vecchi amici, in occasioni di festa.
Di lì a poco Maurizio De Cristofaro (il Dek), un altro nostalgico, si unisce al gruppo.
Tutto rimane per un po’ nell’ambito di familiari ed amici fino a quando nella formazione entrano altri due “rockettari“, Massimo Pedretti e Roberto Spadaccini (Boris), che spingono la nuova “band” a misurarsi con un pubblico vero; viene scelto come nome del gruppo “MatUSA” per il significato attribuito a questa parola negli anni ’60 e in riferimento alla musica americana.
Dopo una prima uscita confortante, entra a far parte del gruppo Annamaria Cancian alle tastiere e Claudio Vigna, che si offre al mixer e alla regia degli spettacoli.
Nel 1999 Annamaria per motivi familiari non può più suonare nella band ed allora, invitato da Boris, entra a far parte del gruppo un nuovo amico: Fabrizio Fabris.
Sarà  questa la formazione tipo dei MatUsa per i successivi otto anni.

La Trasformazione
Il passaggio ai “FOREVER MATS” avviene verso la fine del 2007, quando una serie di cambiamenti nella formazione, con l’uscita di alcuni componenti storici e l’ingresso di un paio di nuovi “sedicenti musicisti”, rivoluziona aspettative, mentalità  e attitudini.
Il nuovo gruppo e la Onlus che lo accompagna nascono quindi con atto notarile e con il proposito di “usare” la musica per fare beneficenza (eh, sì fanno le cose in grande); è¨ la filosofia “Mats”(Musica A Tutta Solidarietà ), che completa il cerchio del “fare del bene suonando” e permette al gruppo di gestire al meglio le attività benefiche in cui è ormai profondamente impegnato. E con la nascita di questa nuova “organizzazione disorganizzata” i MatUsa si trasformano definitivamente in Forever Mats anche sul palco: durante il concerto “Solo musica italiana” a Reana del Rojale, infatti, avviene il cambio ufficiale del nome con la presentazione del nuovo logo.
Nasce così la formazione definitiva dei Forever Mats Onlus:

Marco Zoratti
voce, cembali e chitarra
Massimo Pedretti
chitarra solista e voce
Mauro Pescatore
chitarra, sax e voce
Roberto Spadaccini
basso elettrico e voce
Maurizio De Cristofaro
chitarra elettrica e voce
Lorenzo Bearzot
tastiere e voce
Giustino Marangone
batteria e voce
Claudio Vigna
alla regia

La Maturità (si fa per dire!)
Il 25 aprile 2008, in occasione della Sagra di San Marco, vi è la prima uscita ufficiale della nuova formazione.
Il 31 maggio 2008 i Forever Mats presentano un grande concerto al Teatro “Giovanni da Udine” dal titolo emblematico “Il Fiume del Rock”; la manifestazione è realizzata a sostegno delle iniziative promosse dal CEVI (Centro di Volontariato Internazionale) e dall’Associazione di Volontariato “Noi e…” in Sierra Leone.
Nel dicembre dello stesso anno un nuovo membro entra a far parte del gruppo originale: Nevio Nalato. A lui viene affidato il compito di curare le pubbliche relazioni, i comunicati stampa e la gestione del sito ufficiale dei Mats su internet (www.forevermats.org) e Facebook.

La “crisalide”, ormai divenuta “farfalla”, spicca il volo per nuovi orizzonti di musica e solidarietà.

La foto utilizzata in home page è stata realizzata da Foto Fulvio Color di Pregnolato Marco - via Parini 18 - Udine.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva